Chi siamo

La possibilità di capire la scienza anche per chi non sia uno scienziato è a portata di mano: prendiamocela. Prendiamoci tutte le occasioni disponibili per ascoltare gli scienziati quando hanno qualcosa da dirci. Usiamo internet per andare ovunque, per essere presenti dove c’è qualcosa che ci interessa, una conferenza, una mostra, un premio Nobel, un dibattito. Usiamo internet per cercare di sapere tutto quello che possiamo sapere perché da qualche parte c’è qualcuno che è disposto a spiegarcelo.

Questo sito è aperto a tutti, come un autobus sul quale chiunque può salire per venire insieme a noi a farsi un giro nel paese della scienza. A caccia di notizie, personaggi, curiosità. Ma soprattutto per vedere la  scienza raccontata dai suoi protagonisti.

Perché a raccontare la scienza non saremo noi. Noi siamo solo curiosi. Curiosi di ascoltare gli esperti di una materia che hanno voglia di parlare con noi.

Per questo vorremmo che anche voi ci deste il vostro aiuto, contribuendo a fare di questo sito un vero portale della scienza, che possa diventare un punto di incontro per tutti quelli che hanno voglia di capire qualcosa di più del mondo che ci circonda.

Le cose che varrebbe la pena di capire non mancano. Le occasioni in cui si parla di scienza ci sono. Ci sono tanti scienziati che cercano di farsi ascoltare e capire da un pubblico sempre più ampio. E ci sono sempre più persone che vogliono partecipare a questi appuntamenti.
Facciamo circolare questo sapere, mettiamolo a disposizione di tutti. Arricchiamolo con tutto quello che ci sembri interessante.

C’è un patrimonio enorme da mettere in comune. Facciamolo qui.

(Videoscienza è un’associazione culturale fondata a Milano l’11 dicembre 2007 davanti al notaio Guido Roveda. Questo è il suo statuto)

Chi sono i soci fondatori di Videoscienza

Paolo Magliocco
(presidente)
Giornalista per curiosità, mi sono cimentato con i quotidiani e i mensili, la radio e gli uffici stampa. La scoperta della scienza mi ha fatto tornare ragazzo: se con il giornalismo puoi occuparti di tante cose diverse, occupandoti di giornalismo scientifico questo diventa vero tutti i giorni. Con il piccolo guadagno di imparare davvero qualcosa.

Massimo Brega

Bruno Contigiani

Davide Patitucci

Daniele Prati

Riccardo Oldani

Rita Ornaghi
Nata a Milano nel 1964, una laurea in biologia e un master in comunicazione scientifica. Dal 2002 si occupa di comunicazione e  formazione in campo scientifico. Ha collaborato con il mensile Quark e con il Centro studi comunicazione sul farmaco dell’Università degli Studi di Milano. Collabora come free lance con agenzie di comunicazione, riviste e case editrici specializzate nel settore medico scientifico.

 

Il nostro sito ha deciso di utilizzare la licenza Creative Commons per i propri contenuti.
Significa che tutti sono liberi di scariare e riutilizzare i nostri contenuti.

Ci sono però due condizioni da rispettare. La prima è di citare sempre la paternità del materiale, ovvero Videoscienza. La seconda è di non sfruttare il materiale per fini commerciali.
A queste condizioni, tutti sono liberi di riutilizzare testi, foto, video o disegni che trovano nelle nostra pagine (attenzione, però: parte del materiale non è di nostra proprietà!).

Chi conosce Videoscienza, d’altra parte, sa che la filosofia del Creative Commons, della condivisione dei contenuti, è proprio quella che ispira il nostro lavoro di divulgazione scientifica, che vuole essere aperto a tutti.

Qui trovate i dettagli sulla licenza Creative Commons che abbiamo adottato.

 

Lo statuto di Videoscienza

STATUTO

COSTITUZIONE E SCOPI
Art. 1
E’ costituita l’ASSOCIAZIONE culturale senza scopo di lucro denominata
“VIDEOSCIENZA”
La durata è indeterminata.
L’associazione ha sede in Milano, via Tintoretto 8.
Art. 2
L’associazione senza fini di lucro  ha lo scopo di:
– promuovere e favorire la divulgazione scientifica in tutte le sue forme e in particolare attraverso l’uso di internet;
– collaborare in/con associazioni analoghe, istituzioni pubbliche e private, amministrazioni pubbliche, scuole e università, mondo imprenditoriale, allo scopo di rendere accessibile ai singoli e alla collettività, il patrimonio scientifico raccolto dall’Associazione;
– produrre filmati, stampati, audiovisivi, mostre, manifestazioni scientifiche in genere, siti internet e altro materiale multimediale intesi a divulgare la scienza;
– organizzare corsi didattici per i soci aderenti e non.
Per il raggiungimento degli scopi l’Associazione potrà altresì svolgere attività economiche di natura commerciale che siano strumentali rispetto allo scopo dell’associazione e non assumano  carattere di prevalenza.

SOCI
Art. 3
Il numero dei soci è illimitato.
Possono aderire all’Associazione tutti i cittadini italiani e stranieri di maggiore età che accettino gli scopi dell’associazione. Possono altresì aderire all’Associazione strutture organizzative quali associazioni,  società ed enti pubblici e privati.
Art. 4
Per essere ammessi quali soci si dovrà presentare domanda al consiglio direttivo che delibererà in merito entro 15 giorni dal ricevimento della domanda di ammissione.
Qualora la domanda di adesione sia proposta da altra struttura organizzativa, essa dovrà  essere sottoscritta dal relativo rappresentante legale.
Art. 5
I soci si distinguono in due categorie: soci fondatori e soci aderenti.
Sono soci fondatori coloro che hanno fondato l’associazione e sottoscritto il presente statuto.
Sono soci aderenti tutti coloro che in quanto tali risultano regolarmente iscritti all’associazione, a norma del presente statuto.
I soci aderenti che, dopo un periodo di un anno dalla iscrizione all’Associazione, si siano particolarmente adoperati per il conseguimento degli scopi associativi, possono assumere la qualifica di soci fondatori con delibera dell’assemblea dei soci fondatori stessi, assunta all’unanimità.
Art. 6
Diritti
I soci hanno diritto di partecipare a tutte le attività e le manifestazioni organizzate dall’associazione.
Doveri dei soci sono:
partecipare attivamente alle riunioni indette per la loro categoria;
versare la quota periodicamente deliberata dal Consiglio Direttivo;
rispettare lo Statuto e tutte le delibere del Consiglio Direttivo.
Art. 7
La qualità di socio si perde per decesso, dimissioni, e per morosità o indegnità; la morosità verrà dichiarata dal Consiglio; la indegnità verrà sancita dalla Assemblea dei soci.

ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE
Art. 8
Organi dell’Associazione sono:
– il Consiglio Direttivo;
– il Presidente;
– l’assemblea generale;
– l’assemblea dei soci fondatori.

CONSIGLIO DIRETTIVO
Art. 9
L’associazione è diretta da un Consiglio Direttivo eletto dall’assemblea generale e composto da un numero di componenti non inferiore a tre e non superiore a dieci, che durano in carica a tempo indeterminato, salva diversa delibera all’atto della nomina.
In caso di morte, dimissioni o di perdita della qualità di socio di uno dei consiglieri, sarà cooptato dal consiglio un nuovo membro, che rimarrà in carica sino alla successiva assemblea, nella quale sarà nominato il nuovo consigliere che cesserà insieme ai membri già in carica.
Possono essere nominati membri del consiglio direttivo solo i soci aventi la qualifica di soci fondatori.
Il Consiglio è investito dei poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione dell’Associazione ed in  genere su tutte le materie che, a norma del presente Statuto, non siano di competenza delle Assemblee.
In particolare:
determina annualmente l’importo delle quote associative, differenziandone l’ammontare sia per la prima iscrizione sia secondo la categoria dei soci;
appronta annualmente i bilanci preventivi ed i rendiconti finanziari e patrimoniali;
approva direttamente o per mezzo di una commissione ad hoc le domande di iscrizione dei soci aderenti entro 15 giorni dal ricevimento delle stesse;
emana le direttive dell’associazione;
stabilisce i criteri di attuazione delle attività sociali;
cura la tenuta dei libri associativi.
Art. 10
Il Consiglio Direttivo si riunisce validamente quando siano presenti la maggioranza dei  suoi componenti.
E’ convocato  a  mezzo e-mail, fax o lettera, con prova dell’avvenuto ricevimento, e/o sul sito dell’Associazione,  dal Presidente con un preavviso di tre giorni sulla data dell’adunanza, su iniziativa dello stesso o su richiesta di due dei suoi componenti.
Delibera col voto favorevole della maggioranza dei presenti; in caso di parità prevale il voto del Presidente.

IL PRESIDENTE
Art. 11
Il Presidente ha la rappresentanza legale dell’Associazione di fronte a terzi ed in giudizio cura le pubbliche relazioni, convoca le assemblee e ne modera le adunanze; convoca e dirige le riunioni del Consiglio Direttivo stabilendone la data delle adunanze, gestisce i fondi dell’associazione. Per la gestione economica può avvalersi di persona nominata all’interno del Consiglio Direttivo con la qualifica di tesoriere.
Viene eletto dal Consiglio Direttivo tra i suoi componenti e dura in carica fin quando conserva la qualifica di consigliere.

ASSEMBLEA GENERALE
Art. 12
L’assemblea generale dei soci fondatori ed aderenti si riunisce almeno una volta l’anno – ovvero quando ne viene fatta richiesta motivata da almeno un decimo  dei suoi componenti o su richiesta del Consiglio Direttivo – per discutere il programma delle attività associative che sarà sottoposto al suo esame dal Consiglio Direttivo, formulando raccomandazioni al riguardo.
Art. 13
L’assemblea generale, salvo quanto stabilito dall’art. 21 comma 3 del codice civile per lo scioglimento dell’associazione,  è validamente costituita:
in prima convocazione con la presenza di almeno il 50% di soci;
in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei soci intervenuti.
Delibera a maggioranza dei voti dei presenti sia in prima che in seconda convocazione.
Art. 14
Provvede all’esame ed approvazione del bilancio preventivo, se predisposto, e del rendiconto finanziario e  patrimoniale dell’associazione.
Nomina i membri del Consiglio Direttivo scelti fra i Soci Fondatori.
Le modifiche statutarie devono essere approvate dall’assemblea generale e con atto pubblico.

ASSEMBLEA DEI SOCI FONDATORI
Art. 15
L’assemblea dei soci fondatori è validamente costituita con la presenza della maggioranza dei componenti.
Delibera a maggioranza dei voti dei presenti.
Occorre tuttavia il voto favorevole:
dei tre quinti dei componenti per le delibere relative a:
– decadenza dei soci fondatori che da almeno un anno e senza giustificato motivo non partecipino ad alcuna attività sociale; in tal caso la delibera è assunta con voto segreto;
dell’unanimità dei componenti, espressa con voto segreto, per procedere, su proposta di almeno due dei suoi componenti, all’inclusione nella categoria dei soci fondatori di alcuno dei soci aderenti nei casi previsti dal precedente articolo 5.
Art. 16
Le assemblee sono convocate dal Presidente con lettera affissa nei locali della sede e/o sul sito dell’Associazione almeno 30 giorni prima dell’adunanza.
L’avviso deve contenere l’indicazione della data, dell’ora, del luogo della riunione e l’ordine del giorno, sia per la prima che per la seconda convocazione, che dovrà tenersi non oltre 15 giorni dalla data fissata per la prima convocazione e non prima di 24 ore. Hanno diritto di intervenire alle assemblee delle rispettive categorie tutti i soci che non  siano in mora nel pagamento delle quote dovute all’associazione.
Ciascun socio potrà rappresentare fino a 5 soci purché munito di delega scritta. Le assemblee saranno comunque valide se risultano presenti tutti i soci di categoria.
Art. 17
Il Presidente dirige l’assemblea.
Le relative deliberazioni saranno registrate in un verbale sottoscritto dal Presidente e da uno dei soci, di volta in volta chiamato a fungere da segretario su delibera dell’assemblea.

GESTIONE FINANZIARIA E PATRIMONIALE
Art. 18
L’esercizio  sociale  si chiude al 31 dicembre  di ogni anno.
Il Consiglio  deve  tempestivamente  predisporre  il bilancio dell’esercizio, da sottoporre all’approvazione dell’assemblea entro tre mesi dalla chiusura dell’esercizio sociale.
La bozza di bilancio, nei quindici giorni che precedono l’assemblea che lo approva, ed il bilancio, dopo la sua  approvazione,  devono essere tenuti presso la sede dell’associazione a disposizione dei soci che lo volessero consultare e ne  volessero chiedere copia.
E’  fatto  divieto  all’Associazione di distribuire, anche in modo indiretto, utili e avanzi di gestione nonché fondi,  riserve  o  capitale durante la vita dell’organizzazione a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte  per legge.
Gli  utili e gli avanzi di gestione dovranno essere impiegati obbligatoriamente per la realizzazione delle attività istituzionali o di quelle ad esse direttamente connesse.
L’assemblea generale potrà essere chiamata ad approvare un bilancio preventivo di esercizio redatto dal Consiglio Direttivo entro 3 mesi dalla chiusura dell’esercizio precedente.
Art. 19
Il fondo comune dell’associazione è costituito dalle quote associative, liberalità, contributi e  finanziamenti di Enti Pubblici o di Privati, con i ricavi delle attività commerciali consentite, dai beni acquistati col impiego di detti mezzi finanziari.

LIBRI DELL’ASSOCIAZIONE
Art. 20
L’associazione dovrà tenere i seguenti libri:
– libro degli associati
– libro verbali  delle assemblee generali
– libro verbali delle assemblee dei soci fondatori;
– libro verbali del consiglio direttivo
– libro cassa
– libro inventari.

CLAUSOLA COMPROMISSORIA – RINVIO
Art. 21
Qualsiasi controversia relativa a diritti disponibili, che dovesse insorgere tra l’Associazione ed i singoli associati, ovvero tra questi ultimi, in dipendenza di rapporti comunque inerenti il vincolo associativo, sarà decisa da un Collegio Arbitrale, composto da tre membri, dei quali due nominati dalle parti ed il terzo designato dagli arbitri così nominati.
In caso di disaccordo tra gli arbitri di parte per la nomina del terzo arbitro, ovvero di loro mancata nomina, gli arbitri mancanti saranno designati dal Presidente del Consiglio Notarile di Milano  su ricorso della parte più diligente.
Il Collegio Arbitrale deciderà secondo equità e senza formalità di procedura.

SCIOGLIMENTO
Art. 22
L’assemblea che delibera lo scioglimento dell’associazione e la nomina dei liquidatori stabilirà i criteri di massima per la devoluzione del patrimonio residuo. I liquidatori sceglieranno un altro ente o il fine di pubblica utilità  con  fini analoghi cui devolvere il patrimonio residuo, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.
Art. 23
Per tutto quanto non previsto espressamente si rimanda agli art. 14 e ss. del Codice Civile.

BRUNO ANGELO CONTIGIANI
RITA ANGELA ORNAGHI
PAOLO MAGLIOCCO
DAVIDE PATITUCCI
DANIELE PRATI
MASSIMO BREGA
RICCARDO OLDANI

Il Notaio
GUIDO ROVEDA

Milano, 10 dicembre 2007

Che cos'è videoscienza

Questo sito produce e raccoglie video di scienza.

Non solo video, per la verità: troverete anche podcast audio, foto e qua e là qualche testo senza allegati multimediali. Ma il centro del sistema restano comunque i filmati. Quelli realizzati da Videoscienza e quelli raccolti altrove nel web.

Vogliamo mettere a disposizione di tutti i migliori contenuti, realizzati in modo da essere comprensibli anche a chi non sia specialista di una disciplina. Insomma, ci interessa quella che di solito vienen chiamata (con un termine ormai un po’ superato, ma chiaro a tutti) divulgazione scientifica.

Internet è una vera e immensa miniera, difficile da navigare senza una bussola o una piccola guida. Questo sito può funzionare da guida. I contenuti di Videoscienza sono tutti affidabili, ragionevolmente semplici da comprendere, organizzati, speriamo, in modo utile alla vostra navigazione.

Videoscienza è però anche un progetto aperto, anche al vosto contributo. Chi voglia pubblicare qui filmati, testi, file audio, o chi abbia idee e semplici suggerimenti, può mettersi in contatto con noi.

Tutti i contenuti sono gratuiti, scaricabili, utilizzabili sotto licenza creative commons.

Videoscienza è una associazione culturale senza scopo di lucro: qui trovate il suo statuto e qui trovate i nomi dei suoi soci.

Darci una mano a proseguire nel nostro lavoro è importante: qui potete scoprire come farlo anche con una cifra minima.

 

Questo sito produce e raccoglie video di scienza.

Non solo video, per la verità: troverete anche podcast audio, foto e qua e là qualche testo senza allegati multimediali. Ma il centro del sistema restano comunque i filmati. Quelli realizzati da Videoscienza e quelli raccolti altrove nel web.

Vogliamo mettere a disposizione di tutti i migliori contenuti, realizzati in modo da essere comprensibli anche a chi non sia specialista di una disciplina. Insomma, ci interessa quella che di solito vienen chiamata (con un termine ormai un po’ superato, ma chiaro a tutti) divulgazione scientifica.

Internet è una vera e immensa miniera, difficile da navigare senza una bussola o una piccola guida. Questo sito può funzionare da guida. I contenuti di Videoscienza sono tutti affidabili, ragionevolmente semplici da comprendere, organizzati, speriamo, in modo utile alla vostra navigazione.

Videoscienza è però anche un progetto aperto, anche al vosto contributo. Chi voglia pubblicare qui filmati, testi, file audio, o chi abbia idee e semplici suggerimenti, può mettersi in contatto con noi.

Tutti i contenuti sono gratuiti, scaricabili, utilizzabili sotto licenza creative commons.

Videoscienza è una associazione culturale senza scopo di lucro: qui trovate il suo statuto e qui trovate i nomi dei suoi soci.

Darci una mano a proseguire nel nostro lavoro è importante: qui potete scoprire come farlo anche con una cifra minima.

Articoli recenti

nobel lindau Cern scienza neurologia brain divulgazione higgs spazio evoluzione bosone mente nasa radio popolare fisica meeting arte neuro schmidt particelle universo cervello ricercatori darwin ricerca

Calendario

novembre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930