Vai alla Home page
sabato 23 agosto 2014 Fai diventare questo sito la tua Home Page Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti Contattaci Ricerca nel sito RssFeed Facebook Twitter
In questo canale
Ultime notizie
Spazio

Home Page > Spazio > Missioni spaziali > Houston, we have a problem...

lunedì 24 novembre 2008
Houston, we have a problem...
Attrezzi che si perdono e guasti agli impianti. Vivere nello spazio non è davvero semplice per gli astronauti. Per fortuna in tutta quell’immensità sono riusciti a ritagliarsi un angolino di privacy…

La "scatola degli attrezzi" persa nello spazio (Credit: Nasa)Gli astronauti dalla Stazione Spaziale Internazionale hanno completato la loro terza passeggiata spaziale. Non di piacere, purtroppo. Sono stati infatti chiamati a risolvere un problema tecnico: aggiustare una connessione inceppata che mantiene i pannelli solari della stazione puntati verso il sole. Ben 7 ore di lavoro in assenza di gravità per i due astronauti Heidemarie Stefanyshyn-Piper e Stephen Bowen, ore che probabilmente verranno trattenute dalla loro “busta paga”… è stato infatti durante una precedente passeggiata spaziale che gli astronauti hanno accidentalmente perso una scatola degli attrezzi del valore di oltre 100.000 dollari.

EPiccolo ma confortevole, lo spzio di privacy per gli astronauti. Le pareti sono ricoperte di stoffa, per poter attaccare le foto dei propri cari (Credit: Nasa) mentre si combatte con i pannelli ribelli, altri scienziati dello spazio stanno tentando di riparare un nuovo sistema di riciclaggio dell’acqua che servirebbe a trasformare l’urina degli astronauti in acqua potabile: un impianto che sta dando parecchio filo da torcere ai tecnici, visto che si è già rotto due volte da quando è stato consegnato, circa una settimana fa, alla base spaziale dallo space shuttle Endeavour. Costo dell’impianto? 150.000 dollari…

Insomma, mentre gli astronauti sono impegnati negli ultimi “ritocchi” alla stazione spaziale (necessari prima che la base veda aumentare il suo equipaggio il prossimo anno), per rendere meno duro il soggiorno extraterreste, la Nasa ha deciso di preparare loro un angolo di privacy, anzi 6, come i membri dell’equipaggio permanente che raggiungeranno presto la base spaziale Harmony.  Due “camerette” sono già state consegnate, altre due saranno pronte tra il 2009/2010. “Avere un luogo di privacy dove potersi rilassare alla fine di una lunga giornata, o parlare in pace con la tua famiglia è molto importante, determinante, specie per gli astronauti impegnati in missioni a lungo termine” rivela James Broyan, il manager in carica dei nuovi quartieri Nasa dell’equipaggio. “Un hotel a 5 stelle comparato a ciò che abbiamo avuto finora”. Forse non saranno il massimo, ma di lusso lo sono di certo: costo di ciascuna cameretta? 30.900 di  dollari…



Salva questo testoSegnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedente
Videoscienza Sito dell'Associazione culturale Videoscienza - Testata giornalistica online, registrazione al Tribunale di MIlano n. 775 del 30/12/2008
Via Tintoretto 8, 20145 Milano (MI), Tel. 02 4694439 info@videoscienza.it P.Iva 05998140965 Iscritta alla CCIAA di Milano, REA MI-1876458
VideoScienza - P.Iva 05998140965 Iscritta alla CCIAA di Milano, REA MI-1876458 - Ver. 1.0 - Copyright © 2014 VideoScienza - Privacy policy - Powered by Soluzione-web