Vai alla Home page
venerdì 18 aprile 2014 Fai diventare questo sito la tua Home Page Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti Contattaci Ricerca nel sito RssFeed Facebook Twitter
In questo canale
Ultime notizie
Spazio

Home Page > Spazio > Marte > La crisi economica ha davvero colpito Marte?

mercoledì 7 settembre 2011
La crisi economica ha davvero colpito Marte?
Dopo aver superato le difficoltà economiche del 2008, Il 25 Maggio 2011 Spirit conclude la sua missione, quella di Opportunity invece continua

La NASA, come tutti gli enti governativi americani, nel 2008 si era trovata alle prese con forti tagli di bilancio. Per questo motivo aveva chiesto ai Jet Propulsion Laboratories di Pasadena, che gli appartengono, di ridurre il budget di 4 milioni di dollari. Il JPL è il centro di ricerca che progetta e gestisce molte delle missioni spaziali scientifiche NASA, per questo i tagli decisi si pensava potessero ricadere su imprese spaziali in corso in quel momento. La principale di queste era l'esplorazione di Marte da parte dei due ormai famosissimi Spirit ed Opportunity. I due robot, arrivati su Marte nel 2004 e destinati a funzionare per sei mesi, non si erano più fermati e dopo 4 anni, nonostante alcuni acciacchi, continuavano a svolgere il loro lavoro scientifico.

Purtroppo, però, per farli funzionare ed interpretare i dati che inviavano, serviva una costosa squadra di specialisti che il JPL nel 2008 non si poteva più permettere. Il fatto che uno dei due robot dovesse essere disattivato per poter dimezzare il personale a terra che li seguiva, sembrava al tempo la decisione presa dalla Nasa. La comunità dei planetologi mondiali aveva gridato allo scandalo, ma sembrava proprio che, se anche non era stato il terribile ambiente marziano, con la sua polvere ed il suo gelo, a resistere alla presenza di Spirit ed Opportunity, i due robot non avrebbero potuto nulla contro la ancora più terribile logica economica dei terrestri.

Ma nulla è andato come previsto, infatti i due robot hanno  continuato a lavorare, fino a che, fallito il tentativo di liberare Spirit dal terreno sabbioso in cui era rimasto bloccato, il 30 Marzo il team ha deciso di fermare Spirit e di renderlo un laboratorio di ricerca stazionario.

Il rover è stato parcheggiato in un cratere chiamato Troy e i suoi pannelli solari sono stati regolati in modo da poter catturare la maggiore quantità di energia possibile (la produzione di corrente elettrica generata dai suoi pannelli solari è stata di 185 Wh) nell'inverno marziano.

Il 25 Maggio 2011 poi, in seguito alla mancata ricezione di segnali da parte del robot, è stata ufficialmente dichiarata conclusa la sua missione, mentre Opportunity vanta ancora oggi la missione di più lunga operatività sul Pianeta Rosso.

 

 



Salva questo testoSegnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedente
Videoscienza Sito dell'Associazione culturale Videoscienza - Testata giornalistica online, registrazione al Tribunale di MIlano n. 775 del 30/12/2008
Via Tintoretto 8, 20145 Milano (MI), Tel. 02 4694439 info@videoscienza.it P.Iva 05998140965 Iscritta alla CCIAA di Milano, REA MI-1876458
VideoScienza - P.Iva 05998140965 Iscritta alla CCIAA di Milano, REA MI-1876458 - Ver. 1.0 - Copyright © 2014 VideoScienza - Privacy policy - Powered by Soluzione-web